Luglio 24, 2021 Davide Pasetto

Migliori Investimenti attuali: la guida completa

Il mercato è pieno di opportunità diverse tra loro. È compito nostro capire quali sono i migliori investimenti che mette a disposizione e quale rapporto rischio/rendimento offrono.

Le persone sono abituate a compiere questo ciclo produttivo:

Così facendo tutto lo sforzo che si fa nell’ottenere denaro per vivere viene vanificato. Un aspetto fondamentale che molti trascurano è quello dell’investimento. Ci permette di salvaguardare il presente e migliorare il futuro.

L’investimento finanziario è l’attività finalizzata ad accrescere somme di denaro nel tempo con lo scopo di realizzare un profitto.

I passaggi chiave nel crearsi un proprio portafoglio sono:

  • Definire il proprio profilo di rischio
  • Scegliere il proprio orizzonte temporale
  • Diversificare su più livelli

La guida per individuare i migliori investimenti attuali

La guida che andremo a trattare oggi serve per avere una panoramica completa sul mercato finanziario e sui migliori investimenti.

Può aiutare sia i neofiti, sia quelli più esperti, perché cerca di rendere consapevoli su ciò che il mercato ci offre.

La guida è così definita.

Per ogni categoria andremo a valutare 4 parametri fondamentali: rendimento, rischio, facilità d’acquisto e orizzonte temporale. Per ognuno assegneremo un punteggio da 1 a 10. I valori intermedi sono validi e seguono la direzione di quanto riportato in tabella (esempio un valore di 3 definirà un rendimento medio/basso o un orizzonte temporale breve).

migliori investimenti

Applicheremo anche un punteggio totale che però non terrà conto dell’orizzonte temporale perché è molto soggettivo e non influenza negativamente o positivamente un investimento. La voce “Facilità” terrà conto sia della semplicità nel praticare l’investimento sia delle commissioni, entrambe infatti rendono più o meno accessibile un determinato prodotto finanziario.

Gli strumenti che otterranno un punteggio più elevato saranno secondo noi i migliori investimenti sul mercato in questo momento. Abbiamo analizzato ben 10 asset finanziari con le relative forme di investimento.

Elenco dei migliori investimenti attuali

1) Azioni

L’azione è l’unità minima di partecipazione di un socio al capitale sociale di una società per azioni. Solitamente essere titolari di azioni concede il diritto di partecipare alla divisone degli utili tramite la distribuzione dei dividendi e concede l’opportunità al voto in assemblea. Il valore di una società viene dato dal capitale sociale che è calcolato moltiplicando il numero di azioni per il loro prezzo di mercato.

Un metodo per investire in modo semplice è quello di utilizzare i broker online come Directa, Degiro, Interactive Brokers,… oppure utilizzando il dossier titoli collegato ai conti correnti bancari.

Investire in azioni, in base alle proprie capacità e conoscenze, è possibile in diversi modi:

a) Stock Picking, scelta delle singole società da inserire in portafoglio attraverso l’analisi fondamentale. Consiste nello studiare il bilancio d’esercizio e gli indicatori economici

b) Trading, compra/vendita di azioni attraverso l’analisi tecnica. Consiste nello studio dell’andamento del prezzo mediante i grafici e i dati statistici

c) ETF, i cosiddetti fondi passivi replicano un indice sottostante, in questo caso azionario, che può replicare un paese, un settore o un tema

d) Fondi Comuni d’Investimento, i cosiddetti fondi attivi sono gestiti da società di gestione di risparmio che riuniscono le somme di più risparmiatori in un unico patrimonio e lo suddividono in parti uguali dette quote

migliori investimenti azioni

2) Obbligazioni

Le obbligazioni sono titoli di debito emessi dalle società o dallo stato per finanziarsi. In pratica emettono una parte del loro debito per poter reperire liquidità sul mercato. Possono avere vari orizzonti temporali e varie tipologie di cedola, interessi che possono essere fissi o variabili. Rispetto alle azioni hanno una volatilità minore perché hanno un rendimento ed un rischio minore.

Andremo a valutare le obbligazioni inerenti al paese italiano, quindi emesse dallo stato italiano e da società della nostra penisola, per rendere più valida la nostra valutazione.

a) Obbligazioni corporate, sono titoli di debito emessi da società private o da istituti bancari e assicurativi. Presentano delle scadenze predefinite e sono legate al rischio di solvibilità (capacità di far fronte ai propri debiti) dell’emittente

b) Titoli di stato, sono obbligazioni emesse dallo stato. Tra le prime famose troviamo i BOT, i CTZ e i BTP. Hanno un taglio minimo di 1000€

c) ETF, fondi passivi che vanno a replicare la performance di un paniere di obbligazioni di paesi o di società differenti

d) Fondi Comuni d’Investimento, fondi attivi che replicano l’andamento di un portafoglio contenente obbligazioni corporate e titoli di stato diversi

migliori investimenti obbligazioni

3) Mercato Immobiliare

Il mercato immobiliare è da sempre ritenuto dagli italiani uno dei migliori investimenti. Ma lo è veramente? L’investimento immobiliare si può fare attraverso la compra/vendita di immobili (appartamenti, case singole, villette a schiera,…) o riscuotendo l’affitto. Non si compra la casa per venderla bensì si mantiene la proprietà, il possesso passa nelle mani di un altro e quest’ultimo in cambio paga una rata periodica.

In secondo luogo è possibile investirci direttamente tramite i REIT cioè un fondo d’investimento immobiliare. Il loro scopo è possedere, amministrare e finanziare beni immobili che generano un reddito. È possibile investirci comprando le loro azioni in borsa o tramite l’utilizzo di fondi attivi o passivi. Nella nostra analisi andremo a valutare la rendita d’affitto e l’acquisto di ETF.

a) Affitto, ottenere una rendita passiva tramite la riscossione di un pagamento scadenzato. Bisogna considerare un alto esborso iniziale di denaro e il fatto che i primi profitti si ottengono dopo molti anni

b) ETF, replicano gli indici dei REIT azionari che si concentrano soprattutto in proprietà commerciali. Dispongono di un’ottima diversificazione e di un’elevata liquidità. Sono rivolti soprattutto a coloro che vogliono ottenere rendimenti da dividendo

migliori investimenti immobiliari

4) Materie Prime

Le cosiddette commodity sono quei beni scambiati sul mercato senza differenze qualitative. Si tratta di beni fungibili, cioè sostituibili o intercambiabili tra loro. La categoria delle materie prime è molto eterogenea, tra i beni più scambiati sul mercato troviamo: petrolio, gas naturale, oro, argento,  grano, zucchero,…

L’investimento in materie prima può essere fatto direttamente acquistando direttamente il bene o indirettamente tramite contratti derivati come i future. Nel prima caso è realmente possibile farlo solo se si considerano i metalli preziosi come l’oro, i diamanti,… per gli altri beni risulterebbe infattibile (dove metteremmo un barile di petrolio o un quintale di grano?). Questo tipo di investimento viene fatto soprattutto per proteggere il capitale e combattere l’inflazione.

a) Acquisto fisico, l’esempio più calzante è dato dalle placchette d’oro che sono considerati asset a rischio nullo

b) ETC, fondi passivi che replicano l’andamento della singola materia prima o di un indice sulle commodity. In realtà non sono veri e propri fondi ma titoli emessi da una società veicolo a cui non serve garantire un certo grado di diversificazione come nel caso degli ETF

migliori investimenti materie prime

5) Crowdfunding/Startup

Il crowdfunding rappresenta un processo dove una folla di persone (crowd) conferiscono somme di denaro (funding), anche di modesta entità, per finanziare un progetto imprenditoriale che può riguardare piccole e medie imprese (PMI) o startup. Per finanziare il progetto vengono utilizzati siti internet o piattaforme online e talvolta in cambio si ricevono ricompense. Il crowdfunding in Italia è regolamentato dalla Consob, tra le piattaforme iscritte troviamo Opstart e WeAreStarting.

Un particolare tipologia di raccolta è l’equity crowdfunding, si tratta di una raccolta fondi dove l’investimento è una vera e propria partecipazione alla società con il conseguimento di diritti patrimoniali e amministrativi.

I principali rischi di investire in startup sono la possibile perdita del capitale, l’illiquidità di mercato e la mancanza di distribuzione di dividendi fin da subito. Ovviamente le possibilità di rendimento sono elevate se si riesce a trovare il progetto che nel giro di qualche anno può già produrre utili e ampliarsi notevolmente.

6) Criptovalute

Una criptovaluta è un mezzo digitale di scambio che utilizza una forte crittografia per proteggere le transazioni finanziarie, controllare la creazione di unità aggiuntive e verificare il trasferimento di attività. La loro particolarità è di non essere soggette a nessuna autorità centrale

a) Bitcoin, è un sistema di moneta elettronica peer-to-peer nato nell’ottobre 2008 dall’ancora sconosciuto Satoshi Nakamoto. Il suo scopo è l’eliminazione degli intermediari per effettuare transazioni quindi sostituire la fiducia con la crittografia. Ha una quantità limitata pari a 21 milioni ed è ovviamente decentralizzato

b) Altcoin, tutte le criptovalute diverse da Bitcoin. Al suo interno bisogna citare assolutamente Ethereum che si è distinta rispetto alle altre e ha reso possibile grazie alla sua blockchain la nascita della finanza decentralizzata (DeFi). Di Altcoin ne esistono più di 10.000 per questo bisogna stare molto attenti perché solo poche di esse hanno un reale progetto alle spalle e sono capitalizzate in modo adeguato

c) Stablecoin, le criptovalute che come sottostante hanno un asset stabile come una valuta fiat tipo il dollaro o una materia prima tipo l’oro. Hanno una volatilià ridotta e un valore costante nel tempo. Tra le più famose troviamo Tether (USDT) e DAI

Tutte le criptovalute possono essere acquistate su exchange centralizzati (CEX) o decentralizzati (DEX).

I CEX sono molto più semplici da usare e sono accessibili veramente a chiunque, i più noti sono Binance e Coinbase. In questo caso noi non deteniamo la chiave privata che ci garantisce la proprietà dei nostri fondi. Al contrario i DEX sono più difficili da usare, i più noti sono Paraswap e PancakeSwap. Questi exchange d’altro canto ci permettono di essere proprietari della nostra chiave privata quindi siamo noi stessi a detenere i fondi. Si paga la comodità con la sicurezza.

La voce “facilità” ha attribuito un voto di 6 perchè non teniamo conto di dove viene effettuato l’acquisto quindi faremo una media tra un exchange centralizzato ed uno decentralizzato.

migliori investimenti criptovalute

7) Robo Advisor

I robo advisor sono dei consulenti finanziari digitali che hanno l’obiettivo di aiutare le persone a gestire i propri risparmi creando un portafoglio d’investimento. I vantaggi sono la riduzione dei costi rispetto ad un consulente tradizionale e l’automatizzazione delle operazioni che non devono più essere fatte personalmente. Solitamente l’investimento è erogato sottoforma di un portafoglio composto da ETF. C’è da tener presente che si tratta pur sempre di gestione patrimoniale dove ci si affida ad un intermediario per far investire i propri risparmi. In Italia tra i robo advisor possiamo trovare Moneyfarm e Tinaba.

L’utente può scegliere tra diversi portafogli già preimpostati in base al profilo di rischio/rendimento atteso . Per questo motivo per la nostra valutazione teniamo conto di un profilo medio/alto che è più consono ad un orizzonte temporale lungo ideale per gli investimenti.

8) Forex

Il mercato Forex si caratterizza per la compra/vendita di valute, si parla infatti di coppie di valute. La valuta di riferimento è chiamata “valuta base” mentre l’altra “valuta quotata”. Le coppie definite major sono le più liquide con circa l’80% dei volumi totali e spread molto bassi, le altre invece sono definite esotiche perché relative a i mercati emergenti. Tra le più famose troviamo: EUR/USD, GBP/USD, USD/JPY,… Il mercato Forex è aperto 24 ore su 24 dal lunedì al venerdì e avviene in un mercato non regolamentato definito over the counter (OTC).

Nel Forex si fa esclusivamente trading, principalmente day trading e scalping per generare profitto dai piccolissimi movimento di prezzo. Per generare entrate anche con piccoli capitali si utilizza un effetto leva molto elevato (es. x100) che moltiplica le opportunità di rendimento ma allo stesso tempo anche il rischio.

9) Social Trading

Il social trading è una forma di investimento dove si copiano le strategie di altri trader attraverso il copy trading o il mirror trading. La parte social sta appunto nella condivisione di informazioni che riguardano l’aspetto finanziario inerente ad azioni, criptovalute, valute, materie prime,…

Il trading avviene tramite i CFD, contratti derivati che replicano l’andamento di un asset sottostante senza però realmente comprarlo o venderlo. Sono strumenti usati per la speculazione perché hanno il vantaggio di avere commissioni ridotte. Bisogna tener conto però delle fee overnight da pagare se la posizione rimane aperta di notte. Con esso è possibile operare a leva sia long che short. Il fenomeno dei social trading è nato con la piattaforma eToro.

10) Conto Deposito

Il conto deposito è un prodotto finanziario analogo ad un conto corrente ma che funge da salvadanaio dove vengono lasciati i propri risparmi per un periodo più o meno lungo, in cambio si ricevono interessi. Per aprire un conto deposito è obbligatorio la sottoscrizione di un conto corrente presso un istituto bancario. Può essere libero o vincolato a seconda se è possibile ritirare o meno le somme depositate quando si vuole . Il tasso d’interesse è più alto se il deposito risulta vincolato e aumenta in proporzione al tempo di giacenza. Il tempo del vincolo e il tasso d’interesse vengono decisi anticipatamente quindi si sa quanto denaro non si può più toccare e quanto frutta.

Il fondo interbancario assicura i depositi fino a 100.000€. Il fisco chiede il 26% sugli interessi maturati più l’imposta di bollo dello 0,2% su quanto versato. Inoltre bisogna ricordare che i tassi che offrono sono molto bassi, si parla di valori attorno al punto percentuale.

migliori investimenti conto deposito

Conclusioni

I punteggi più elevati sono stati assegnati agli ETF. Sono attualmente i migliori investimenti sul mercato. Si possono acquistare in autonomia con facilità, pagando costi di commissioni ridotti e con la possibilità di ottenere rendimenti ottimi. Con gli ETF è possibile utilizzare un unico strumento per diversificare il portafoglio comprando azioni, obbligazioni, materia prime, REIT,…

Filippo Angeloni offre 2 servizi eccezionali per iniziare ad investire:

  • Aikido Finanziario, se vuoi imparare ad investire in ETF, il miglior strumento attuale sul mercato
  • Piano A, se non sei ancora pronto ad investire in autonomia, un percorso passo passo per conoscere tutti gli step per diventare un investitore consapevole

Ora tocca a te. Condivi i nostri punteggi? Quali asset preferisci per i tuoi investimenti? Faccelo sapere nei commenti.

, , ,

Davide Pasetto

Laureato in Economia & Commercio. Possiede l' abilitazione per l'iscrizione all'albo OCF (consulenti finanziari). Prossimo all'iscrizione nella sezione consulenti autonomi. In precedenza ha avuto esperienze assicurative presso Generali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *