Il rischio di Default nelle obbligazioni

rischio default obbligazioni

Il rischio di default è uno dei rischi delle obbligazioni.

Questo rischio concerne il fatto che l’emittente non sia in grado di far fronte ai propri impegni finanziari e quindi sia incapace di pagare le cedole periodiche, oppure di rimborsare il capitale a scadenza.

Solitamente un default non coinvolge la singola obbligazione ma tutte le obbligazioni emesse dall’emittente che va in default.

Un default dell’emittente è un fenomeno raro ma non impossibile.

Pensiamo a Grecia, Argentina, Ucraina, Parmalat, Cirio, o Lehman Brothers.

Il rischio default non è totalmente eliminabile ma tramite una sana diversificazione può essere ridotto e limitato anche di molto.

“non mettere mai tutte le tue uova nello stesso paniere”

La diversificazione è l’unica soluzione concreta per limitare e gestire il rischio di portafoglio.

Cosa vuol dire in parole semplici?

frazionare il capitale e investire solo una singola frazione di esso su un singolo emittente.

In questo modo se il singolo emittente dovesse fallire a noi non cambierebbe la vita dato che rappresenta solo una piccola percentuale del nostro portafoglio.

Per quanto riguarda le obbligazioni una corretta diversificazione dovrebbe coinvolgere una diversificazione per:

  • emittente; non più del 5% del capitale su un singolo emittente. Acquistare almeno 20 emittenti diversi. Se si comprano obbligazioni bancarie occhio a diversificare non solo in base al nome delle banche ma anche al gruppo bancario (dato che stanno nascendo cartelli alla luce del sole anche nel settore delle banche commerciali)
  • Settore economico; non si deve concentrare il portafoglio su emittenti che fanno parte di un unico settore economico, specialmente quello bancario.
  • Area geografica; Acquistare obbligazioni di emittenti provenienti da diverse nazioni e continenti e non concentrarsi solo su Italia o Europa.
  • Struttura cedolare; Occorre inserire ogni struttura cedolare (tasso fisso – tasso variabile e Zero Coupon), ma in pesi percentuali diversi in modo tale da non farsi mai trovare impreparati in caso di improvvisi cambiamenti dello scenario dei tassi di interesse.
  • Scadenza temporale; Meglio avere in portafoglio diversi bond con diversa scadenza. Breve, medio e lunga scadenza.
  • Valuta; occorre diversificare le obbligazioni anche per valuta. Meglio non avere solo bond in un unica valuta. Se quella va a picco va a picco anche il nostro investimento. E’ molto meglio diversificare inserendo nel portafoglio diversi bond con diverse valute domestiche.

Diversificare si ma occhio ai costi di diversificazione, ossia alle commissioni di compravendita richieste dalle banche. Questi costi devono essere contenuti.

Riusciamo ad avere un’idea sullo stato di salute di un emittente grazie alla valutazione fornita dai rating e dei CDS, che sono strumenti che permettono di quantificare e valutare il grado di rischio di un emittente.

N.B i rating possono essere del tutto sballati, es Lehman Brothers ma solitamente non lo sono per nostra fortuna.

Che cos’è il rating?

il rating è un giudizio emesso da una società privata specializzata, (le più famose sono standard & Poor, Fitch e Moody’s ma ne esistono anche delle altre) nei confronti dell’emittente e della sua capacità di far fronte agli impegni finanziari, e quindi di pagare gli interessi periodici e rimborsare il capitale a scadenza.

Le agenzie di rating utilizzano una scala di rischio (immagine seguente)

Rating: significato e funzionamento delle Agenzie di Rating ...

Le obbligazioni investment grade sono obbligazioni da investimento, interessanti per il buon padre di famiglia.

Le speculative grade sono invece obbligazioni ad alto rischio idonee ad uno speculatore.

Il rating fornito da queste società specializzate, può variare nel tempo anche perche il giudizio viene rivisto periodicamente. Queste società emettono anche un giudizio in merito all’outlook, che rappresenta le prospettive del rating e della solvibilità dell’emittente.

L’outlook può essere:

  • Positivo; L’evoluzione della solvibilità dell’emittente è positivo e quindi è possibile che in futuro il rating dell’emittente sia rivisto al rialzo (upgrade)
  • Negativo; l’evoluzione della solvibilità dell’emittente è prevista in negativo e quindi è possibile che in futuro il rating dell’emittente sia rivisto al ribasso (downgrade)
  • Stabile; la solvibilità dell’emittente è rimasta stabile, nel futuro non sono previste modifiche al giudizio di rating

E’ possibile assegnare il rating sia all’emittente (sigla ET) che alla singola obbligazione (sigla EM). Quando una singola obbligazione non ha rating si considera quello dell’emittente.

Il rating non è importante solo per l’investitore privato, ma anche per la sicietà emittente, dal momento che c’è un rapporto diretto tra rating e rendimento offerto da un’obbligazione:

  • migliore è il rating e minore sarà il rischio di insolvenza e quindi minore sarà il redimento che l’emittente dovrà offrire al mercato per trovare investitori disposti a prestargli del denaro.
  • Al contrario peggiore è il rating e maggiore sarà il grado di rischio. Proprio per questo l’emittente deve offrire interessi maggiori per trovare investitori disposti ad accollarsi il rischio.

Alle società quindi conviene avere un alto rating, per pagare meno interesse sui prestiti.

Vi è un reale conflitto di interessi tra emittenti e società di rating. Il rating non è obbligatorio, è l’emittente che lo richiede alla società di rating. Le società di rating non sono enti statali ma società a scopo di lucro. In sostanza l’emittente paga l’agenzia di rating per avere il rating.

Il controllato paga il controllore.

I CDS (credit default swap) sono una sorta di assicurazione, generalmente della durata di 5 anni, contro il rischio di “credit event” e sono utilizzati come strumento per misurare il grado di rischio di un’emittente.

Credit event comprende sia il default dell’emittente sia la ristrutturazione del debit, oppure il mancato pagamento del flusso cedolare.

Tecnicamente si tratta di un contratto tra due parti per scambiarsi il rischio di credito:

  • chi acquista il cds paga una sorta di premio assicurativo e in cambio ottiene una protezione in caso di default dell’emittente
  • chi vende il cds, incasserà il preimo, ma dovrà indennizzare l’acquirente in caso di insolvenza.

Il CDS è espresso in forma numerica e il suo valore aumenta mano a mano che cresce anche il rischio insolvenza di un emittente e questo significa che maggiore sarà il valore del CDS e maggiore sarà anche il rischio di default dell’emittente.

Il valore del CDS non è statico ma dinamico, varia nel tempo. (un aumento del cds non significa per forza default, quanto più un aumento del grado di rischio potenziale, anche se resta comunque un dato da non sottovalutare).

Se un’emittente presenta un valore del cds di 400 basis point, significa che il costo assicurativo ammonta al 4% e questa quantificazione numerica permette a un investitore di poter effettuare dei conteggi in termini di rapporto rischi-rendimento:

  • se un obbligazione presenta un cds di 400 basis point e un rendimento del 4% non ha senso acquistarla dal momento che il potenziale rischio è uguale al potenziale rendimento.
  • E’ consigliabile quindi acquistare solo obbligazioni che presentano un rendimento superiore al proprio CDS.
  • Se un’investitore teme il default di un emittente detenuto in portafoglio, può valutare l’acquisto di un CDS relativo a quella società, in modo tale da assicurarsi contro il rischio di insolvenza.

Condividi:

Condividi:

Il Caveau Finanziario di Filippo Angeloni

Ecco come puoi accrescere subito gratis la tua Educazione Finanziaria con +5 ore di lezioni in continuo aggiornamento

4,8/5 ⭐⭐⭐⭐⭐
Feedback dei Clienti “Eccezionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Impronta digitale 250D C88F 67D0 53DA 3EB7 3E51 BC44 B5AA 2D36 9162

 

url –> https://www.filippoangeloni.com/public_key.gpg

 

—–BEGIN PGP PUBLIC KEY BLOCK—–

xsFNBGJtDkMBEADw+w6eMmMqM4ee2msrLNNhQvXaUO9jAZYixKUwryreRJPISxLy
cyYrDFtZ9Oywu8aIzyFQm3mQYp+m78z+X0oGWFVjGGsKbTf15aZvBbjaRouUvHJh
uAKIn2+t/F5xmEtQrlX/6ovQexqc/GogcRPY9XZ93P5rltkGPiXlagLR0+5b6Kux
1ukBHSZbKxmpt7ezoQH4haN/UYIq2n9h3VR+qFz9W90pqDfCnI7Tr773oLYg1eYN
8p9GvXTiHt5N3PXJnCCAGa3ECeY6r1SFHmH4H5bksw14omDJD7asTabKOkUgdQuy
B6LRX2RMzQINrC1R4rnLwZMVEoDg0O0idQXCjgIk6ky1zyjTBU4XBDZZ8mBZGlJT
xAzEEDpq0aXNHmjZ51fu30K3tXNkmyurpLFiAyehyft2+6X5vXcdmNHysL4EYRib
PSBIrhxzRSk4la/j4wiuDjfaH4RIuf5l7+O64NxOgH38CmzPqsg1LDOneQlskiwG
cEfo4tFdxPf0rDPXTyhCb7pLQaAmP6DgQiwNYboWvjWeuSVY+lQ2nx2GaUYp2Xei
dGi/mjHwh+wKa2JUbUdOVvzC1+rMKlEy8FxvNfDAacOu4BBcKnVQDDEUzbtSp7Pc
9VfS7B4KsCIPnlzqmdIMrNGZ8FbF2wmGIaXp21XvO9pT2O3ICh84zlddWQARAQAB
zStGaWxpcHBvIEFuZ2Vsb25pIDxpbmZvQGZpbGlwcG9hbmdlbG9uaS5jb20+wsGH
BBMBCAAxFiEEJQ3Ij2fQU9o+tz5RvES1qi02kWIFAmJtDkQCGwMECwkIBwUVCAkK
CwUWAgMBAAAKCRC8RLWqLTaRYqBAD/9KsHn18+7PYkrIkTEeKZWUUVPkgrbt2P8d
W0aMqkY82F3vhsfpxI9J0QPzrQquK5LKbqqDD7XH5c2RfJTyq6Jg+VmKB24ipW0M
hub8UnP692vnLJffoVmjOumO6Pbt4QjTGbD211TBKYDA9ubdT/GrGp+av0WYqe6L
5mCo9aQLD/6NHiClq5HOnsVn2zz3SLURC5cRo+r6qFDuhzrBhJwfhFZq9xJ3bYC2
LRTc4nNPmktvB1cXxoAr7bOWJ7nfjbkESuXejzYEeWOShnfKP4JGoJGf9RF9A/Lx
yWWTbLlLdTJPoaiZsI8R834kBh2JrZxtTQlxzNnw5ubpO0jtDToW4hZqvDnYwGJ+
7FRnQuzAVKtcoCh+9H6qwd1vytSfx66zesymDPiae03WTwLuGg7uHVNX36OcWHQY
7SLEQbHIrevluuIIY7lbvdTL+prRMpkIF2GzIKhnTQBl30yktl+QjttC37aJdTZt
LL6dExI/k+EKMvC3sR6tRt787c3CO7qqh8V657uaLCk79NadTZ3Ax9FWhqma7Gxn
lhJguiol/G50c9nCK2FqQZC7u0xuX7Y2TiQlRMy96gDBxR6OEIxlLyNKPlDnFuhr
djfXgvJS0q1f9edj1c4FBTw8MfhlQxygkzKps1+OaYrky/Ga4CiivI4zPZYz+PtG
riXI9+rRh87BTQRibQ5FARAAmCoVMh2PBQnGy1jw9JOYO3GWrGCJNpzRIA8/lPtC
Q83v7QMleg2nHAqfgvSPmlxzf8OgF/VqDbVGk6G7QIhToVJyW7UUUEMOxowovuNl
0TnbOUFedPMrJ88uViy7H5G/4jt6MIo0D9G54aA8qbdLlyL4FPuurUuuiUK+BVnl
JhgvcpFlOBJFV9X90nBpd/uplNh4ZhfXfTZODsgI9bwDzk5EyQfynJDr28A7fbbe
CCgOeOsKmmoM6hhwPyIdYMmuDiNJfJH4aZPSQWy8UaTw5/PEpHgvZQbwTyHiq8NQ
sj/5l7nKQp/HvpMHwyLlyrJho/jkkwaMJuDYN417u7lUIL67smYIZarGcAuORdo5
Hrg6XJ0WahLSx34p2ML1SiaTL7J8FB6tjEHHBwyOGC7dXt7iqXwE4tUqvJoKjVmo
2weAa2QHPguy9oHtJN62SGjbtuGd42YxlEUn7nIxVxhUHdW68hIpl97heKIMIrRW
j2g/2Ex3XzmtxLU3gGrhKnM3r0EyytxeDPq7eeyEHFsDwAlqbfUtnTg+7z4ygGXN
3rPCRRLKm9O96mtsNL9F0NTeVxXg0K9JtEfJKN9Glai1X40hJTjkg/7vYCteHuQC
ZI/+tehYf9/FPmD+4e5gTc8RAKjriVEM86P67xR9O94R5tUfV2Du8WmoPKVjzfSs
ZckAEQEAAcLBdgQYAQgAIBYhBCUNyI9n0FPaPrc+UbxEtaotNpFiBQJibQ5GAhsM
AAoJELxEtaotNpFiXjAQALxU+Q5KZ5hyBz5oeYF9vUhxx8Y3iQ0HtifXlH9+LC0J
Et35b8AOgQBqXpLwatwXvpbkOrlsw4XH8EIJ5Pj3zz8M429Lwkqn+UxoX8uqCm56
KLzvPZfGXrZOMmZnDA4DR8CHbGjhPhECL6Rc5oJRNxdkXVWHiz/3WQM3g9OAIsv1
fg+dRP7axFgf/pPAZaNlTzNPRHHyIPMBxXcP60BRTM2CNIUzVFMoH59s5wlpOeuA
1SMLWGdaUsGx5i4cjtnPWWFadaVeqd1hWAgQP4Yfjvjue8FVAeO+EArPJ69kdvec
h4lnoteFoLq4EsRELnxbltcvRiOAKoKsrbbm2rRlY/NUQk850zkQc8a/eXrTcPSx
onLXeWN5RpTPS4r3QjJujo63HsssFKpS31h8Xlni6w9C4rS6Ct8lMK6w50qZAmsE
JFNRrlQ0RzdEpdcXPz2PXwh4031ol5cWXJXmzZ/KaLib821hehCioy3pl1oh9AUj
6Ry7PyQ7tuMMLOvfJK5rWH/vWyCxW4OYqBJrpHwrDIyPa8dH7TW8DdqZy+qrO+u6
liGgWdoeRBQSXMRk8G54nOzK/xyH2VhuWNZc3W6fx8UQg3H0I1Ee7uUtlPaH8+Lv
Ex7QcN0xZ61kAerEVIykkg9a+ZfHevmBR+69Za7LgVqk7yTevkRA3zp5jhA8rHKf
=p9Uk
—–END PGP PUBLIC KEY BLOCK—–

Complimenti! 🚀

Ti è arrivata un’email di conferma .
Vai subito a leggerla!
(controlla casella spam e promozioni se non la trovi)

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate