Assicurazione sulla vita Temporanea caso morte (TCM) come funziona e quale scegliere?

Assicurazione sulla vita temporanea caso morte

Prendersi cura della propria famiglia e dei propri cari è diventato, sempre più, un obiettivo importate da perseguire tutti i giorni.

Per questo motivo, in questi decenni, si è mosso un forte interesse di informazione in merito al tema delle polizze sulla vita.

In questo articolo cercherò di fare chiarezza sulle assicurazioni sulla vita o polizze vita.

P.S. Abbiamo anche realizzato una live nel canale Youtube di Filippo, dove parliamo di assicurazione sulla vita caso morte (TCM = temporanea caso morte)

COME SCEGLIERE LA POLIZZA SULLA VITA PIÙ ADATTA A ME

Sappiamo che di polizze sulla vita ne esistono di molte specie, e certamente in un mercato come quello attuale, in cui esistono molte compagnie assicurative, non è facile saper scegliere la più adatta a noi.

Sicuramente per facilitarne la comprensione e approfondire l’argomento, di seguito, proveremo a distinguerle in due tipologie:

  • TEMPORANEA CASO MORTE (TCM): La tcm è una polizza a rischio temporaneo che prevede, a fronte del pagamento regolare di un premio, la liquidazione di un capitale caso morte ai beneficiari designati, in caso di prematura scomparsa dell’assicurato. Con riferimento al capitale assicurato ci sono soluzioni assicurative che prevedono un capitale costante ed altre che invece offrono un capitale che decresce al passare degli anni.

ESIGENZA: TUTELARE I MIEI CARI

  • POLIZZA ‘’MISTA’’: La polizza mista è una combinazione tra le polizze vita intese come formule di risparmio e le polizze caso morte appena analizzate. Questa soluzione viene collocata con lo scopo principale di recuperare la somma versata per la copertura del rischio, con l’accumulo di un capitale che si costituisce di un premio formato da due quote: una destinata all’accumulo e una destinata al capitale caso morte.

ESIGENZA: CREARE UN RISPARMIO

FUNZIONAMENTO

Le polizze sulla vita  prevedono 3 soggetti al momento della stipula: 

  1. Il contraente: colui che firmerà il contratto e che risulterà il pagatore dello stesso; 
  2. L’assicurato: colui  a cui è riferito il rischio morte;
  3. Il beneficiario: il destinatario del capitale liquidato in caso di scomparsa del secondo soggetto.

Il contraente può coincidere con l’assicurato e/o il beneficiario, mentre l’assicurato solo con il soggetto contraente, ovviamente. 

Come funziona la TCM? Al momento della stipula viene indicato un massimale corrispondente al capitale caso morte, che verrà liquidato in caso di prematura scomparsa dell’assicurato, previo regolare versamento del premio.

Es. a fronte di un premio mensile di 30 euro, Tizio si assicura che in caso di sua prematura scomparsa (decesso) nell’arco di 25 anni, l’assicurazione verserà 200.000€ a Caio (il beneficiario). I premi sono a fondo perduto, nel senso che se Tizio non decede nei prossimi 25 anni, ne lui ne il beneficiario riavranno indietro i premi versati.

Come funzionano le polizze ‘’MISTE’’? La polizza vita mista è sia una forma di risparmio, che un modo per tutelare i tuoi cari, perché garantisce il pagamento di un capitale:

  • all’assicurato, se è in vita alla scadenza prestabilita;
  • ai beneficiari indicati nel contratto, in caso di decesso dell’assicurato in vigenza di contratto.

Il pagamento all’assicurato o ai beneficiari di un capitale è previsto dunque sia in caso di sopravvivenza che in caso di morte dell’assicurato nel corso del contratto.

A fronte del fatto che i premi pagati non sono a fondo perduto, questo genere di assicurazione è generalmente più costosa rispetto ad una normale TCM, ossia assicurazione sulla vita caso morte (temporanea caso morte).

COME SI CALCOLA IL PREMIO

La compagnia assicurativa elabora un’analisi individuale del cliente, raccogliendo informazioni. Per determinare il premio occorrono sapere:

  1. Età dell’assicurato.
  2. Durata contrattuale.
  3. Importo del massimale che si intende garantire ai beneficiari.
  4. Status di fumatore o meno.
  5. Stato di salute (patologici, ricoveri, infortuni).
  6. Attività lavorativa e sport praticato.

Per calcolare il premio della polizza mista, questi dati incidono per la quota determinata che sarà destinata a garantire il capitale caso morte.

Solo a titolo esemplificativo, un premio mensile per avere un’idea può essere all’incirca di 30-60 euro.

A CHI CONVIENE STIPULARE UNA POLIZZA SULLA VITA

La ragione generale che normalmente ci spinge a stipulare una polizza di questa natura è piuttosto chiara ed evidente, ovvero si tratta della volontà di  salvaguardare il futuro delle persone a noi care.
Nello specifico, le situazioni che possono far nascere questa esigenza possono essere molte e diverse: 

  • Coniuge che è unico portatore di reddito in famiglia; 
  • chi ha impegni finanziari in corso e non vuole rischiare che gli eredi possano ereditare debiti; 
  • chi ha una convivenza e vuole tutelare il proprio partner, poichè non rientrerebbe in alcun modo nel suo asse ereditario;
  • chi diventa genitore, per tutelare il futuro dei suoi bambini,
  • chi vuole garantire un capitale ad una persona cara che non è un erede;
  • chi ha una società, azienda, ditta e vuole tutelare le proprie figure chiave in caso di loro prematura scomparsa, sia dalle spese accessorie che ne derivano per poterlo ‘’sostituire’’ che dalla liquidazione dovuta agli eredi del socio/funzionario/amministratore defunto.

N.B. Questo genere di polizze può non convenire a chi non ha eredi, o persone a lui care.

POLIZZE E MUTUO BANCARIO

Al momento della stipula del mutuo, l’ente creditizio può chiedere delle garanzie tramite polizze assicurative. Va detto, però, che non sempre colui che accende il mutuo conosce quali coperture assicurative sono disponibili e, soprattutto, quali tra queste sono obbligatorie.

Le uniche ad esserlo sono le  assicurazioni ‘’Incendio e Scoppio’’ , in quanto la banca procede ad erogare un mutuo solo se l’immobile è coperto da una assicurazione  di tale tipo.

Ma è bene sapere che non si è obbligati a sottoscrivere l’assicurazione offerta dalla banca che erogherà il mutuo.

Il mutuatario può scegliere una polizza dello stesso tipo, offerta da qualsiasi compagnia assicurativa.

Diverso è il discorso per il caso morte. La stipula di questa polizza resta facoltativa, anche se è fortemente consigliata per evitare che l’impegno finanziario assunto possa poi ricadere sugli eredi, in caso di prematura scomparsa del mutuatario.

COME SCEGLIERE LA MIGLIORE

In questo scenario in cui l’offerta talvolta supera la richiesta del consumatore, scegliere la migliore soluzione per noi stessi non è facile.

Ciò che può aiutarci è considerare alcuni caratteristiche della compagnia a cui mi sto affidando, come ad esempio la solidità del gruppo e la sua solvibilità (rating aziendale).

Evitare di prendere una decisione focalizzandosi sui costi e quindi sul premio mensile. I costi sono senza dubbio importanti, ma ha senso pagare se poi l’assicurazione non paga il beneficiario?

La migliore assicurazione sulla vita non è quella che permette un mero risparmio economico ma quella che presenta un equilibrio tra:

  • Costi;
  • Servizi offerti;
  • Necessità personali.

Fondamentale è anche trovare un consulente preparato che ti sappia rappresentare i tempi di liquidazione in caso di morte (ragione principale per cui stai stipulando quella polizza) e altresì rintracciare compagnie che abbiano la possibilità di offrirti anche massimali importanti.

Mi raccomando, un consulente che sia poco scrupoloso nel mostrarti il questionario medico non fa per te. Questa parte del rapporto contrattuale è FONDAMENTALE per dormire sogni tranquilli.

Se hai bisogno di un valido consulente assicurativo noi ci siamo

VANTAGGI FISCALI

Le polizze sulla vita beneficiano di vantaggi fiscali importanti. Se stipulate da un soggetto privato, sono soggette all’art. 15 comma 1 lett. f) del TUIR che prevede la possibilità di detrarre dall’IRPEF il 19% dei premi versati annualmente.

Se il contraente dovesse essere una società, invece, per capire il regime fiscale occorre distinguere chi è il beneficiario della polizza.
Di norma l’azienda è sia contraente che beneficiario del contratto, potendo così beneficiare della fiscalità aziendale, cioè può sottrarre dal reddito imponibile lordo l’intero importo investito, mentre l’assicurato è ovviamente l’uomo chiave, che quindi non è interessato da alcuna imposizione fiscale. Se invece la polizza viene utilizzata dal Key Man anche come strumento per garantire serenità ai propri cari, l’assicurato può designare i beneficiari del premio e il prodotto si configura come fringe benefit, con la conseguenza che la prestazione non viene tassata.

(Le polizze sulla vita sono impignorabili, insequestrabili e non rientrano nell’asse ereditario: ciò significa che il contraente può decidere senza ostacoli chi è colui che godrà del beneficio previsto dall’assicurazione, senza aggravarlo del peso della successione.)

RECESSO E REVOCA

Quando si ha intenzione di sottoscrivere una polizza vita, si deve sapere che il consulente sottopone all’interessato due documenti.

Uno di questi due documenti è la proposta, ossia il documento con il quale il contraente chiede alla compagnia di stipulare il contratto, che però non si intende ancora concluso.  Infatti, è necessario che il proponente riceva da parte della compagnia assicurativa la comunicazione di accettazione della proposta; solo da quel momento il contratto si considera concluso e si ha la polizza (secondo documento).

Davanti al primo step (proposta), in caso di ripensamento, si può esercitare il diritto alla REVOCA DELLA PROPOSTA. La revoca impedisce la conclusione del contratto di assicurazione. Il contraente deve comunicare all’ assicurazione la revoca della proposta con lettera raccomandata A/R. Le somme dovranno essere rimborsate entro 30 giorni dal ricevimento. Dal rimborso sono esclusi i diritti di emissione della Compagnia.

Se invece la proposta è diventata polizza, il procedimento è quello del diritto di RECESSO DALLA POLIZZA. Il contraente ha il diritto di recedere da un contratto di assicurazione sulla vita entro 30 giorni da quando è venuto a conoscenza che il contratto è stato concluso. Allo stesso modo della revoca, il contraente deve comunicare alla compagnia assicurativa la volontà di recedere dal contratto con lettera raccomandata A/R.

Nelle ipotesi di polizze vita miste è invece opportuno parlare di RISCATTO della polizza assicurativa, che consiste nel diritto del contraente di sospendere anticipatamente il rapporto assicurativo e di ottenere il capitale accumulato.

I criteri per la determinazione del valore di riscatto, quando previsto, sono indicati nelle condizioni di polizza. È opportuno sapere che in caso di riscatto anticipato, il valore può essere inferiore all’ammontare dei premi versati se le annualità di premio pagate non raggiungono il numero sufficiente per avere diritto al riscatto senza subire penali.

[spreaker type=player resource=”episode_id=39974423″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Francesca Peccini

Condividi:

Condividi:

Il Caveau Finanziario di Filippo Angeloni

Ecco come puoi accrescere subito gratis la tua Educazione Finanziaria con +5 ore di lezioni in continuo aggiornamento

4,8/5 ⭐⭐⭐⭐⭐
Feedback dei Clienti “Eccezionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Impronta digitale 250D C88F 67D0 53DA 3EB7 3E51 BC44 B5AA 2D36 9162

 

url –> https://www.filippoangeloni.com/public_key.gpg

 

—–BEGIN PGP PUBLIC KEY BLOCK—–

xsFNBGJtDkMBEADw+w6eMmMqM4ee2msrLNNhQvXaUO9jAZYixKUwryreRJPISxLy
cyYrDFtZ9Oywu8aIzyFQm3mQYp+m78z+X0oGWFVjGGsKbTf15aZvBbjaRouUvHJh
uAKIn2+t/F5xmEtQrlX/6ovQexqc/GogcRPY9XZ93P5rltkGPiXlagLR0+5b6Kux
1ukBHSZbKxmpt7ezoQH4haN/UYIq2n9h3VR+qFz9W90pqDfCnI7Tr773oLYg1eYN
8p9GvXTiHt5N3PXJnCCAGa3ECeY6r1SFHmH4H5bksw14omDJD7asTabKOkUgdQuy
B6LRX2RMzQINrC1R4rnLwZMVEoDg0O0idQXCjgIk6ky1zyjTBU4XBDZZ8mBZGlJT
xAzEEDpq0aXNHmjZ51fu30K3tXNkmyurpLFiAyehyft2+6X5vXcdmNHysL4EYRib
PSBIrhxzRSk4la/j4wiuDjfaH4RIuf5l7+O64NxOgH38CmzPqsg1LDOneQlskiwG
cEfo4tFdxPf0rDPXTyhCb7pLQaAmP6DgQiwNYboWvjWeuSVY+lQ2nx2GaUYp2Xei
dGi/mjHwh+wKa2JUbUdOVvzC1+rMKlEy8FxvNfDAacOu4BBcKnVQDDEUzbtSp7Pc
9VfS7B4KsCIPnlzqmdIMrNGZ8FbF2wmGIaXp21XvO9pT2O3ICh84zlddWQARAQAB
zStGaWxpcHBvIEFuZ2Vsb25pIDxpbmZvQGZpbGlwcG9hbmdlbG9uaS5jb20+wsGH
BBMBCAAxFiEEJQ3Ij2fQU9o+tz5RvES1qi02kWIFAmJtDkQCGwMECwkIBwUVCAkK
CwUWAgMBAAAKCRC8RLWqLTaRYqBAD/9KsHn18+7PYkrIkTEeKZWUUVPkgrbt2P8d
W0aMqkY82F3vhsfpxI9J0QPzrQquK5LKbqqDD7XH5c2RfJTyq6Jg+VmKB24ipW0M
hub8UnP692vnLJffoVmjOumO6Pbt4QjTGbD211TBKYDA9ubdT/GrGp+av0WYqe6L
5mCo9aQLD/6NHiClq5HOnsVn2zz3SLURC5cRo+r6qFDuhzrBhJwfhFZq9xJ3bYC2
LRTc4nNPmktvB1cXxoAr7bOWJ7nfjbkESuXejzYEeWOShnfKP4JGoJGf9RF9A/Lx
yWWTbLlLdTJPoaiZsI8R834kBh2JrZxtTQlxzNnw5ubpO0jtDToW4hZqvDnYwGJ+
7FRnQuzAVKtcoCh+9H6qwd1vytSfx66zesymDPiae03WTwLuGg7uHVNX36OcWHQY
7SLEQbHIrevluuIIY7lbvdTL+prRMpkIF2GzIKhnTQBl30yktl+QjttC37aJdTZt
LL6dExI/k+EKMvC3sR6tRt787c3CO7qqh8V657uaLCk79NadTZ3Ax9FWhqma7Gxn
lhJguiol/G50c9nCK2FqQZC7u0xuX7Y2TiQlRMy96gDBxR6OEIxlLyNKPlDnFuhr
djfXgvJS0q1f9edj1c4FBTw8MfhlQxygkzKps1+OaYrky/Ga4CiivI4zPZYz+PtG
riXI9+rRh87BTQRibQ5FARAAmCoVMh2PBQnGy1jw9JOYO3GWrGCJNpzRIA8/lPtC
Q83v7QMleg2nHAqfgvSPmlxzf8OgF/VqDbVGk6G7QIhToVJyW7UUUEMOxowovuNl
0TnbOUFedPMrJ88uViy7H5G/4jt6MIo0D9G54aA8qbdLlyL4FPuurUuuiUK+BVnl
JhgvcpFlOBJFV9X90nBpd/uplNh4ZhfXfTZODsgI9bwDzk5EyQfynJDr28A7fbbe
CCgOeOsKmmoM6hhwPyIdYMmuDiNJfJH4aZPSQWy8UaTw5/PEpHgvZQbwTyHiq8NQ
sj/5l7nKQp/HvpMHwyLlyrJho/jkkwaMJuDYN417u7lUIL67smYIZarGcAuORdo5
Hrg6XJ0WahLSx34p2ML1SiaTL7J8FB6tjEHHBwyOGC7dXt7iqXwE4tUqvJoKjVmo
2weAa2QHPguy9oHtJN62SGjbtuGd42YxlEUn7nIxVxhUHdW68hIpl97heKIMIrRW
j2g/2Ex3XzmtxLU3gGrhKnM3r0EyytxeDPq7eeyEHFsDwAlqbfUtnTg+7z4ygGXN
3rPCRRLKm9O96mtsNL9F0NTeVxXg0K9JtEfJKN9Glai1X40hJTjkg/7vYCteHuQC
ZI/+tehYf9/FPmD+4e5gTc8RAKjriVEM86P67xR9O94R5tUfV2Du8WmoPKVjzfSs
ZckAEQEAAcLBdgQYAQgAIBYhBCUNyI9n0FPaPrc+UbxEtaotNpFiBQJibQ5GAhsM
AAoJELxEtaotNpFiXjAQALxU+Q5KZ5hyBz5oeYF9vUhxx8Y3iQ0HtifXlH9+LC0J
Et35b8AOgQBqXpLwatwXvpbkOrlsw4XH8EIJ5Pj3zz8M429Lwkqn+UxoX8uqCm56
KLzvPZfGXrZOMmZnDA4DR8CHbGjhPhECL6Rc5oJRNxdkXVWHiz/3WQM3g9OAIsv1
fg+dRP7axFgf/pPAZaNlTzNPRHHyIPMBxXcP60BRTM2CNIUzVFMoH59s5wlpOeuA
1SMLWGdaUsGx5i4cjtnPWWFadaVeqd1hWAgQP4Yfjvjue8FVAeO+EArPJ69kdvec
h4lnoteFoLq4EsRELnxbltcvRiOAKoKsrbbm2rRlY/NUQk850zkQc8a/eXrTcPSx
onLXeWN5RpTPS4r3QjJujo63HsssFKpS31h8Xlni6w9C4rS6Ct8lMK6w50qZAmsE
JFNRrlQ0RzdEpdcXPz2PXwh4031ol5cWXJXmzZ/KaLib821hehCioy3pl1oh9AUj
6Ry7PyQ7tuMMLOvfJK5rWH/vWyCxW4OYqBJrpHwrDIyPa8dH7TW8DdqZy+qrO+u6
liGgWdoeRBQSXMRk8G54nOzK/xyH2VhuWNZc3W6fx8UQg3H0I1Ee7uUtlPaH8+Lv
Ex7QcN0xZ61kAerEVIykkg9a+ZfHevmBR+69Za7LgVqk7yTevkRA3zp5jhA8rHKf
=p9Uk
—–END PGP PUBLIC KEY BLOCK—–

Complimenti! 🚀

Ti è arrivata un’email di conferma .
Vai subito a leggerla!
(controlla casella spam e promozioni se non la trovi)

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate