Previsioni Crypto 2022: analisi report di Messari

Analizziamo il nuovo report crypto sviluppato da Messari con gli occhi puntati sulle previsioni crypto 2022.
previsioni crypto

Analizziamo il nuovo report crypto sviluppato da Messari con gli occhi puntati sulle previsioni crypto 2022.

Messari è una delle principali piattaforme di intelligence sulle criptovalute e, come ogni anno, rilascia un report sulle criptovalute.

Il report è lungo 160 pagine ed è stato denominato “Cyrpto Theses for 2022″, scritto dal CEO Ryan Selkis.

Ho deciso di fare una selezione delle informazioni contenute nel report ed estrapolare solo le argomentazioni che cercano di fare delle previsioni sul mercato crypto 2022.

Diamo il via alle previsioni crypto 2022 secondo Messari.

Un nuovo mondo: il web3

Se fai parte dei millenials o della generazione Z e sei stufo di sentirti dire che in pensione non ci andrai mai, che il debito pubblico è alle stelle e che l’inflazione non è transitoria, ti consiglio ti continuare a leggere.

Il mondo sta cambiando e le criptovalute sono un’ottima scialuppa di salvataggio.

Questo nuovo mondo prenderà il nome di “Web 3”.

Il Web3 è definito come “cambiamento di paradigma verso un Internet più democratizzato governato dal collettivo”.

Messari ci offre una splendida sintesi del futuro della blockchain e delle crypto:

“nel Web3 le criptovalute e gli NFT sono i beni digitali della new economy, la DeFi è il sistema finanziario nativo, le reti Layer 1 sono i binari che alimentano tutto e le DAO sono il modo in cui viene governata la frontiera”.

Previsione n.1: gli NFT

Iniziamo le previsioni crypto 2022 con il maggiore trend dell’anno scorso, gli NFT.

Gli NFT (Non Fungible Token) sono gli outsider del mondo dell’arte ma si stanno sviluppando in moltissimi altri settori.

Per esempio un NFT può rappresentare una quota di azioni, una spada virtuale, un tag in un social, un dominio di un sito internet, una nuova opera d’arte digitale, una land nel metaverso e molto altro.

Il loro potenziale è illimitato in quanto garantiscono unicità, scarsità e programmabilità di una proprietà.

Bisogna però stare attenti tra ciò che ha valore e cosa no. La speculazione, quando qualsiasi trend si sviluppa, è alle porte soprattutto dove la commercializzazione di un prodotto è estremamente facile.

Oggi non siamo più proprietari di niente né della nostra identità né delle nostre informazioni.

Se gran parte delle nostre vite future verranno vissute nel metaverso, gli NFT ci permetteranno di dare valore alle nostre informazioni che ora sono gratuitamente nelle mani delle Big Tech.

Parliamo poi dei videogiocatori i cui beni virtuali sono inutili al di fuori di quel mondo ma grazie agli NFT possono essere commercializzati ovunque.

Non sto dicendo che tutti gli NFT avranno valore in futuro o esisteranno ancora ma che la rivoluzione è iniziata e nei prossimi decenni il cambiamento sarà visibile anche a chi ora è scettico.

I settori NFT che avranno più successo saranno:

  • play to earn, Axie Infinity solo negli ultimi 3 mesi ha generato entrate per 500 milioni di dollari. Messari dice che una delle principali compagnie di videogiochi si unirà agli NFT e neanche il tempo di dirlo, il CEO di Square Enix, famosa per aver inventato la serie di Final Fantasy, ha detto di essere aperto a questa opportunità;
  • fan token, gli NFT legati al mondo dello sport ma anche al cinema e alla musica sono in fase di evoluzione ma saranno la soluzione che porterà la mass adoption in questo settore. Tra le piattaforme più in voga al momento c’è Binance e Chiliz già partener della serie A di calcio;
  • crypto domain service, servizi di dominio decentralizzati e licenze personali su blockchain. Sono dei protocolli protetti da una rete peer-to-peer decentralizzata che consentono anche alle persone e ai loro dispositivi di estrarre valore dai loro dati, un esempio sono Ethereum Name Service, Unstoppable Domains e Handshake.

Previsione n.2: la DeFi 2.0

previsioni crypto
Fonte: Messari

La DeFi 1.0 (Decentralized Finance) è iniziata 18 mesi fa con il programma di yield farming di Compound. Un secondo progetto DeFi è stato quello di offrire incentivi sottoforma di token nativi con il liquidity providing (LP) ai protocolli DeFi sottostanti.

Il tutto è possibile grazie agli automatic market maker (AMM) di Uniswap , il lending/borrowing di Aave e i caveau di Yearn Finance.

La DeFi 2.0 è nata grazie a Olympus DAO che ha introdotto il Protocol-Owned Liquidity.

Il suo modello di liquidità è basato sulle obbligazioni che vengono vendute sottoforma di token nativi OHM a sconto in cambio di azioni LP sempre di Oympus.

Olympus ha dato vita ad altre piattaforme di questo tipo.

Il progetto nato su Ethereum si è sviluppato anche su altre blockchain per esempio su Avalanche con Wonderland Money o su Moonriver con RomeDao.

La DeFi 2.0 permette di migliorare i rendimenti della DAO, grazie ai suoi beni di tesoreria, e di ridurre il costo del capitale, perché non bisogna pagare fonti esterne per la liquidità.

Altri 2 progetti di cui sentiremo parlare sono Tokemak e Alchemix.

Tokemak è un aggregatore di liquidità nella DeFi. Il suo compito è di consentire agli utenti di fornire liquidità e controllare dove versarla. I possessori di TOKE sono in grado di generare liquidità su richiesta per qualsiasi token vogliano, su qualsiasi scambio vogliano e controllando il suo Total Value Locked (TVL).

Alchemix è una piattaforma di prestito DeFi basata su Ethereum in cui i prestiti si ripagano automaticamente nel tempo. Gli utenti depositano stablecoin come garanzia per prendere in prestito e quella garanzia genera rendimento nei caveau di Yearn Finance. Le attività sintetiche prese in prestito sono supportate dal rendimento, che viene automaticamente rispedito e applicato al prestito originale man mano che viene generato.

Previsione n.3: le DAO

Se il 2020 era l’anno della DeFi e il 2021 l’anno degli NFT, il 2022 sarà l’anno delle DAO.

Una DAO (Decentralized Autonomous Organization)è una community open-source basata su blockchain in cui per partecipare alla governance bisogna possedere il suo token nativo.

La community decentralizzata e democratica è quindi incentivata a far funzionare il progetto perché ne va del suo sviluppo e delle loro tasche.

Alcuni dei migliori protocolli DeFi stessi ora sono attivi con centinaia di milioni, e talvolta miliardi, di dollari di valore, per lo più nei loro token nativi.

Come puoi vedere in foto questi sono le migliori DAO attualmente in uso tra cui Uniswap con 4 miliardi di dollari e Compound con 1 miliardo di dollari.

previsioni crypto
Fonte: Messari

Il mercato assorbirà sempre la nuova offerta con trend rialzisti mentre con trend ribassisti è possibile che venga frenata bruscamente a causa di volumi ridotti.

Le DAO nascono per sostituire il sistema bancario tradizionale infatti sono in grado di offrire gli stessi servizi in maniera più remunerativa e più autonoma.

La cosa che non va giù ai governi però è che non essendo regolamentati non sono in grado di fornirli ricchezza sottoforma di tasse ed è questo uno dei problemi che uscirà in futuro.

L’obiettivo delle DAO però non è quello di accontentare la finanza tradizionale ma quello di essere in grado di gestire la loro treasury, ormai immensa, con l’implementazione di manager specializzati nella gestione del denaro.

Previsioni crypto 2022: la nostra opinione

Il 2021 è stato un anno di crescita per il mondo crypto grazie soprattutto a un trend rialzista quasi ininterrotto.

La definizione ad inizio articolo di Web3 è la base per lo sviluppo della nuova finanza.

Noi condividiamo le previsioni crypto 2022 elaborate di Messari.

NFT, DeFi 2.0 e DAO saranno gli attori protagonisti dello sviluppo della mass adoption degli investitori.

Le criptovalute non sono più speculazione pura ma se usate diligentemente possono essere utilizzate come alternativa alla finanza tradizionale, che non deve essere sostituita totalmente.

Se il mondo bancario attuale ci lascia perplessi, quello azionario rappresenta un caposaldo alla base delle società moderne.

Ormai non è più possibile tornare indietro e questo a noi piace.

Con le crypto siamo in grado di fare tutto:

  • guadagnare rendimenti passivi con le stablecoin con percentuali a doppia cifra;
  • chiedere prestiti sottoforma di token;
  • dare spazio al nostro diritto di voto grazie alla governance delle DAO;
  • rendere unico tutto ciò che vogliamo con gli NFT;
  • investire e speculare;
  • essere proprietari del nostro capitale.

Ti lascio qui sotto il link per scaricare il report crypto 2022 di Messari e la nostra personale analisi crypto 2021:

messari-report-crypto-theses-for-2022.pdf

Analisi Crypto 2021 – Filippo Angeloni

Condividi:

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Altri articoli

Contattaci se hai bisogno di aiuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate