Investimenti sicuri: tutte le soluzioni (conti deposito, titoli di stato, ETF, oro,…)

La sicurezza in un investimento può essere prossima allo zero. Cerchiamo di capire quali sono le soluzioni definite investimenti sicuri.
investimenti sicuri

In finanza si sa non esistono pasti gratis.

La sicurezza in un investimento non è mai zero, ma può essere prossima allo zero.

La proporzione rischio/rendimento è sempre valida, quindi per ottenere rendimenti minimi bisogna esporsi lo stesso ad un certo grado di rischio. La volatilità è il terzo elemento da osservare perché influenza le movimentazioni di prezzo relative ad un asset.

Cerchiamo di capire quali sono le soluzioni più prossime ad essere definite investimenti sicuri.

Quali sono gli investimenti sicuri?

Se vogliamo esporci al mondo degli investimenti senza rischiare nulla o poco più, dobbiamo limitarci a considerare solo certi tipi di soluzioni. Tra le migliori troviamo:

  • Conti deposito
  • Titoli di stato (BOT, BTP,…)
  • ETF obbligazionari
  • ETF azionari mondiali (a lungo termine)
  • Oro fisico

Andiamo con ordine e proviamo ad esaminarli uno per uno, partendo dall’investimento sicuro con il rischio più basso.

investimenti sicuri

Investimenti sicuri a basso rischio

In questa categoria possiamo inserire i conti deposito e i titoli di stato.

Conti Deposito

I conti deposito (guarda la nostra classifica dei migliori) prevedono rendimenti che oscillano dallo 0,30% allo 1,25% se si deposita un capitale per 12 mesi. I guadagni possono aumentare se si decide di vincolare somme di denaro per periodi più elevati come 24 o 36 mesi, in questo caso si può arrivare fino ad un massimo del 2% annuo lordo.

Considerando che il capitale è protetto fino a 100.000, effettuare un vincolo per 2/3 anni può essere considerato un investimento sicuro se ci si accontenta di un tasso d’interesse limitato con un ottica di conservazione del capitale. Una strategia utile almeno per coprire i costi del bollo, del conto corrente e cercare di fronteggiare l’inflazione.

N.B. Ovviamente con i rendimenti attuali dei conti deposito, non è possibile proteggersi totalmente dall’inflazione.

Titoli di Stato

Tra i titoli di stato andiamo a considerare i Buoni Poliennali del Tesoro (BTP), sono strumenti a medio-lungo termine (a 3, 5, 7, 10, 15, 30, 50 anni) a reddito fisso che prevedono pagamenti ogni 6 mesi. Hanno un valore nominale minimo di 1000€.

Nel nome del BTP viene già indicata la data di scadenza e la cedola annuale.

N.B. Seppur accademicamente considerati a rischio zero, (o rischio prossimo allo zero) i titoli di Stato non sono esenti da rischi.

I migliori BTP a breve scadenza (meno di 5 anni) sono:

  • Btp-1nv23 9%, con cedola semestrale del 4,5% e prezzo d’acquisto a 121,20
  • Btp-22dc23 8,5%, con cedola semestrale del 4,25% e prezzo d’acquisto a 128

I migliori BTP a media scadenza (tra 5 e 10 anni) sono:

  • Btp-1nv26 7,25%, con cedola semestrale del 3,625% e prezzo d’acquisto a 138,21
  • Btp-1nv27 6,5%, con cedola semestrale a 3,25% e prezzo d’acquisto a 139,49

I migliori BTP a lungo termine (più di 10 anni) sono:

  • Btp Tf 0,95% Mz37 Eur, con cedola semestrale del 0,475% e prezzo a 98,02
  • Btp Tf 1,8% Mz41 Eur, con cedola semestrale del 0,90% e prezzo a 108,13

Le obbligazioni anche se non rendono come in passato e non sono considerate affari fanno solitamente la loro buona figura quando si parla di investimenti sicuri. Ricordo che l’Italia ha un rating di BBB quindi non è paragonabile alla tripla A della Germania che per l’appunto offre rendimenti negativi o pari a 0.

Investimenti sicuri a medio rischio

In alternativa se vuoi ottenere un rendimento più alto correlato ad un rischio più elevato puoi optare per gli ETF. Andremo a considerare quelli a maggiore capitalizzazione quotati sul mercato italiano nel segmento ETFplus. In questo caso l’investimento sicuro non è legato ad unico strumento finanziario bensì ad un paniere di titoli che permette un’ampia diversificazione.

Gli strumenti presi in considerazione sono ETF obbligazionari che investono in titoli di debito governativi o societari e in ETF azionari globali.

ETF Obbligazionari

I migliori ETF obbligazionari sono

  • iShares Core Euro Corporate Bond UCITS ETF (Dist), replica le obbligazioni societarie con rating investment grade denominate in Euro di aziende industriali, utility e finanziarie.
    • Dimensione: 9106 milioni
    • TER: 0,20%
    • Data di lancio: 06/03/2009
    • Volatilità: 1,59%
    • Dividendo a distribuzione ultimi 12 mesi: 1,09%
investimenti sicuri
  • iShares Core Euro Government Bond UCITS ETF (Dist), replica i titoli di stato denominati in Euro emessi da membri dell’eurozona con rating investment grade.
    • Dimensione: 3950 milioni
    • TER: 0,09%
    • Data di lancio: 17/04/2009
    • Volatilità: 3,29%
    • Dividendo a distribuzione ultimi 12 mesi: 0,31%
investimenti sicuri

Entrambi gli ETF sono a distribuzione per ottenere una rendita passiva ogni 6 mesi.

ETF Azionari Globali

I migliori ETF azionari globali sono:

  • iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc), replica i titoli azionari di 23 paesi sviluppati di tutto il mondo.
    • Dimensioni: 34.201 milioni
    • TER: 0,20%
    • Data di lancio: 25/09/2009
    • Volatilità: 13,20%
  • Vanguard FTSE All-World UCITS ETF (USD) Accumulating, replica i titoli azionari dei paesi sviluppati ed emergenti di tutto il mondo.
    • Dimensioni: 3018 milioni
    • TER: 0,22%
    • Data di lancio: 23/07/2019
    • Volatilità: 12,22%

Entrambi gli ETF sono ad accumulazione per sfruttare l’interesse composto.

Nel caso degli ETF azionari è meglio effettuare un piano di accumulo (PAC) per abbassare il prezzo medio di carico e permettere di investire in modo scaglionato con entrate frazionate ogni mese, bimestre, trimestre…

Etf azionari non sono investimenti sicuri, ma lo tendono a diventare in alcune condizioni nel lungo periodo.

L’oro fisico come investimento sicuro

L’oro fisico di recente grazie agli accordi di Basilea 3 è riconosciuto come asset a rischio zero. È a tutti gli effetti un investimento sicuro.

Se vuoi ottenere approfondimenti ti consiglio di seguire la nostra rubrica dedicata all’oro fisico.

Conclusioni

Prima di effettuare qualsiasi acquisto bisogna capire il grado rischio/rendimento che abbiamo. Quando lo abbiamo capito possiamo scegliere se optare per investimenti sicuri a breve, medio o lungo termine. La differenza sta che aumentando il tempo di investimento è possibile abbassare il rischio di quegli asset in partenza più rischiosi come le azioni contenute negli ETF.

Che tipo di investitore sei? Se non lo sai ancora non preoccuparti, prenota una chiamata strategica con il nostro team, che saprà sicuramente rispondere alle tue esigenze.

Condividi:

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Altri articoli

Contattaci se hai bisogno di aiuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate

Ricevi informazioni

Il corso che stai cercando attualmente non è disponibile.
Compila il form per ricevere informazioni in anteprima e scoprire le offerte a te riservate